Indicazioni e limiti della facoemulsificazione nel cane in relazione alla durezza del nucleo catarattoso