Catalogo dell'omonima mostra promossa dalla Provincia di Perugia (Spello, Complesso di Villa Fidelia-La Palazzina, 14 luglio-7 ottobre 2012). Il catalogo presenta una lunga introduzione che aggiorna con documenti ancora inediti la biografia e l'opera del pittore Matteo Tassi (Assisi, 1831-Perugia, 1895), all'epoca noto decoratore attivo nel territorio nazionale e nel Principato di Monaco, nonché fine paesista dal vero nel genere dei Markò. Nel secondo testo in catalogo, quindi, vengono presentati trenta oli su tela e cartone ancora inediti del pittore ricostruendone la storia anche attraverso nuove fonti documentarie e fornendone una lettura filologico-stilistica che individua in alcuni di questi gli studi preparatori per opere certe e già note del Tassi. I luoghi oggetto di parte dei dipinti ed il linguaggio adottato dal pittore nella loro realizzazione porta nuovi elementi sui rapporti del Tassi con l'ambiente fiorentino degli anni Sessanta dell'Ottocento ed apre ulteriori campi d'indagine sulla penetrazione delle poetiche del vero nella pittura umbra di metà XIX secolo.

Il paesaggio ritrovato. Matteo Tassi. Opere inedite

MIGLIORATI, Alessandra
2012-01-01

Abstract

Catalogo dell'omonima mostra promossa dalla Provincia di Perugia (Spello, Complesso di Villa Fidelia-La Palazzina, 14 luglio-7 ottobre 2012). Il catalogo presenta una lunga introduzione che aggiorna con documenti ancora inediti la biografia e l'opera del pittore Matteo Tassi (Assisi, 1831-Perugia, 1895), all'epoca noto decoratore attivo nel territorio nazionale e nel Principato di Monaco, nonché fine paesista dal vero nel genere dei Markò. Nel secondo testo in catalogo, quindi, vengono presentati trenta oli su tela e cartone ancora inediti del pittore ricostruendone la storia anche attraverso nuove fonti documentarie e fornendone una lettura filologico-stilistica che individua in alcuni di questi gli studi preparatori per opere certe e già note del Tassi. I luoghi oggetto di parte dei dipinti ed il linguaggio adottato dal pittore nella loro realizzazione porta nuovi elementi sui rapporti del Tassi con l'ambiente fiorentino degli anni Sessanta dell'Ottocento ed apre ulteriori campi d'indagine sulla penetrazione delle poetiche del vero nella pittura umbra di metà XIX secolo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1038943
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact