Con riguardo alla vicenda del lancio dei sassi dal cavalcavia, l'A. rileva che non può ritenersi integrato il tentato omicidio fondato non sul dolo "diretto" o , comunque, "alternativo", ma sul "dolo intenzionale", alla luce della definizione del delitto doloso, della tripartizione dolo "intenzionale"-"diretto"-"eventuale", nonché della contrapposizione tra "dolo alternativo" e "cumulativo".

Lancio di sasssi dal cavalcavia e forme del dolo

CERQUETTI, Giovanni
2005-01-01

Abstract

Con riguardo alla vicenda del lancio dei sassi dal cavalcavia, l'A. rileva che non può ritenersi integrato il tentato omicidio fondato non sul dolo "diretto" o , comunque, "alternativo", ma sul "dolo intenzionale", alla luce della definizione del delitto doloso, della tripartizione dolo "intenzionale"-"diretto"-"eventuale", nonché della contrapposizione tra "dolo alternativo" e "cumulativo".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/115070
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact