In questo libro si cerca di dimostrare che una definizione generale di terrorismo è sì prevista dal diritto internazionale purché la si intenda come definizione applicabile alla generalità degli Stati ma non alla generalità dei contesti giuridici. L’approccio metodologico suggerito è che la definizione di terrorismo deve essere ricostruita nell'ambito di ciascun contesto giuridico (estradizione, repressione interna, crimini internazionali, misure del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e uso della forza) e sul presupposto che la definizione di terrorismo in uno specifico ambito non corrisponde necessariamente alla definizione di terrorismo valevole in un altro e diverso ambito.

La definizione di terrorismo nel diritto internazionale

Nigro, Raffaella
2013-01-01

Abstract

In questo libro si cerca di dimostrare che una definizione generale di terrorismo è sì prevista dal diritto internazionale purché la si intenda come definizione applicabile alla generalità degli Stati ma non alla generalità dei contesti giuridici. L’approccio metodologico suggerito è che la definizione di terrorismo deve essere ricostruita nell'ambito di ciascun contesto giuridico (estradizione, repressione interna, crimini internazionali, misure del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e uso della forza) e sul presupposto che la definizione di terrorismo in uno specifico ambito non corrisponde necessariamente alla definizione di terrorismo valevole in un altro e diverso ambito.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1153673
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact