L'articolo, occasionato da una delle prime pronunce sull’art. 816-septies c.p.c., svolge alcune riflessioni in ordine alla portata, operatività ed effetti della norma. In particolare, si evidenzia come la norma, inserita nel codice di rito dalla novella del 2006, abbia l’obiettivo di risolvere due differenti questioni di ordine pratico: quella della legittimità della rinuncia degli arbitri all’incarico, nonché quella dell’effettività della tutela giurisdizionale dei diritti, perseguita attraverso la previsione di una nuova ipotesi di cessazione dell’efficacia dell’accordo arbitrale. Gli indicati aspetti sono entrambi tratti nell'articolo, che si propone di cercare soluzioni interpretative coerenti con lo scopo perseguito dal legislatore.

Alcune riflessioni in merito all'art. 816-septies c.p.c.

TIZI, FRANCESCA
2014-01-01

Abstract

L'articolo, occasionato da una delle prime pronunce sull’art. 816-septies c.p.c., svolge alcune riflessioni in ordine alla portata, operatività ed effetti della norma. In particolare, si evidenzia come la norma, inserita nel codice di rito dalla novella del 2006, abbia l’obiettivo di risolvere due differenti questioni di ordine pratico: quella della legittimità della rinuncia degli arbitri all’incarico, nonché quella dell’effettività della tutela giurisdizionale dei diritti, perseguita attraverso la previsione di una nuova ipotesi di cessazione dell’efficacia dell’accordo arbitrale. Gli indicati aspetti sono entrambi tratti nell'articolo, che si propone di cercare soluzioni interpretative coerenti con lo scopo perseguito dal legislatore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1334349
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact