La decisione induce a ritenere la insussistenza di un principio generale di disponibilità degli effetti della sentenza di annullamento, da parte del giudice nazionale, in mancanza di una norma interna che lo autorizzi, verificata alla luce della evoluzione giurisprudenziale interna e comunitaria. Determinante in questa ricerca è la lettura dell’istituto del rinvio pregiudiziale interpretativo, offerta dalla Corte di Giustizia con la decisione annotata, quasi inderogabile in tema di modulazione degli effetti dell’annullamento giurisdizionale del provvedimento anticomunitario.

Gli effetti della sentenza di annullamento del giudice amministrativo. I (mono)dialoghi delle Corti tra rinvio pregiudiziale e 'consenso' del diritto interno.

Serenella, Pieroni
2017-01-01

Abstract

La decisione induce a ritenere la insussistenza di un principio generale di disponibilità degli effetti della sentenza di annullamento, da parte del giudice nazionale, in mancanza di una norma interna che lo autorizzi, verificata alla luce della evoluzione giurisprudenziale interna e comunitaria. Determinante in questa ricerca è la lettura dell’istituto del rinvio pregiudiziale interpretativo, offerta dalla Corte di Giustizia con la decisione annotata, quasi inderogabile in tema di modulazione degli effetti dell’annullamento giurisdizionale del provvedimento anticomunitario.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1421573
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact