La nota d'autore è dedicata alla sentenza della Corte di giustizia relativa all'interpretazione della clausola 5 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato nell’ambito di una controversia tra una lavoratrice a tempo determinato e una Fondazione lirico sinfonica italiana, per contratti connessi a rappresentazioni artistiche.Vengono descritte l’interpretazione della Cassazione e il quesito dell’ordinanza di rimessione, ripercorrendo l’interpretazione della Corte di giustizia sul requisito della temporaneità delle esigenze per la successione dei rapporti a tempo determinato e sull’esclusione della conversione. Viene evidenziata un’interpretazione adeguatrice quale soluzione percorribile e obbligata per il giudice nazionale, senza trascurare l'evoluzione della disciplina italiana, analizzata criticamente. Si conclude sostenendo un’interpretazione conforme al diritto europeo: il diritto al risarcimento dei danni quale misura effettiva ricavabile dalle norme generali.

La Corte di Giustizia sulle fondazioni lirico-sinfoniche: sull’esistenza di una sanzione effettiva contro gli abusi da successione di contratti a tempo determinato ricavabile dalle norme generali

Stefano Cairoli
2019-01-01

Abstract

La nota d'autore è dedicata alla sentenza della Corte di giustizia relativa all'interpretazione della clausola 5 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato nell’ambito di una controversia tra una lavoratrice a tempo determinato e una Fondazione lirico sinfonica italiana, per contratti connessi a rappresentazioni artistiche.Vengono descritte l’interpretazione della Cassazione e il quesito dell’ordinanza di rimessione, ripercorrendo l’interpretazione della Corte di giustizia sul requisito della temporaneità delle esigenze per la successione dei rapporti a tempo determinato e sull’esclusione della conversione. Viene evidenziata un’interpretazione adeguatrice quale soluzione percorribile e obbligata per il giudice nazionale, senza trascurare l'evoluzione della disciplina italiana, analizzata criticamente. Si conclude sostenendo un’interpretazione conforme al diritto europeo: il diritto al risarcimento dei danni quale misura effettiva ricavabile dalle norme generali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1450646
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact