Prologo di Lorenzo Mezzasoma e Vito Rizzo