L'ambivalenza espressiva delle rovine. Letture nel perpetuo presente.