Commento - favorevole - alla sentenza della Cassazione che fissa, finalmente, il principio di diritto per cui i presupposti dell'azione risarcitoria per danno differenziale, e in particolare quello per cui l'infortunio sul lavoro deve costituire un fatto di reato perseguibile d'ufficio ex art. 10 D.P.R. n. 1124/1965, si accertano secondo i comuni principi civilistici in tema di responsabilità contrattuale.

I presupposti della responsabilità civile del datore per gli infortuni sul lavoro nella nomofilachia della Suprema Corte (con una chiosa sul risarcimento del danno da Covid-19)

Giubboni Stefano
2020

Abstract

Commento - favorevole - alla sentenza della Cassazione che fissa, finalmente, il principio di diritto per cui i presupposti dell'azione risarcitoria per danno differenziale, e in particolare quello per cui l'infortunio sul lavoro deve costituire un fatto di reato perseguibile d'ufficio ex art. 10 D.P.R. n. 1124/1965, si accertano secondo i comuni principi civilistici in tema di responsabilità contrattuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/1477618
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact