Strutturalismo e teste mozzate. Postfazione a Margini di sicurezza