"Ha ancora un senso parlare di paraletteratura?"