La "manomissione delle parole": sentenza di annullamento e decisione amministrativa