"Così nel mio parlar vogli'esser aspro". Per una riflessione antropologica su Gramsci lettore di Dante