Il commento tratta della formazione ed evoluzione della giurisprudenza "di merito" in materia di rispetto dei requisiti di forma imposti ad substantiam actus dalla normativa "post-codicistica", con specifico riferimento, nel caso di specie, ai contratti di contratto di finanziamento stipulati con una banca, alla luce delle nuove indicazioni nomofilattiche fornite al riguardo, da prima col fascio di omologhe decisioni assunte dalle Ss.Uu. della Corte di Cassazione a partire da quella n. 898 del 2018, e poi con le numerose conformi decisioni pure adottate in materia dalle diverse Sezioni semplici della Corte stessa.

I requisiti di forma ad substantiam dei contratti ‘bancari e finanziari’ cdd. ‘monofirma’ tra formalismo negoziale e forma ‘funzionale’ o ‘informativa’

mezzacapo
2021

Abstract

Il commento tratta della formazione ed evoluzione della giurisprudenza "di merito" in materia di rispetto dei requisiti di forma imposti ad substantiam actus dalla normativa "post-codicistica", con specifico riferimento, nel caso di specie, ai contratti di contratto di finanziamento stipulati con una banca, alla luce delle nuove indicazioni nomofilattiche fornite al riguardo, da prima col fascio di omologhe decisioni assunte dalle Ss.Uu. della Corte di Cassazione a partire da quella n. 898 del 2018, e poi con le numerose conformi decisioni pure adottate in materia dalle diverse Sezioni semplici della Corte stessa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/1492924
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact