Il commento manifesta un approccio critico nei confronti dell'orientamento giurisprudenziale secondo cui il debitore convenuto con l'azione revocatoria dell'atto costitutivo di fondo patrimoniale ha l'onere di dimostrare l'assoluta capienza del suo patrimonio, dovendosi viceversa ponderare anche gli interessi fondamentali della persona che l'atto dispositivo mira a tutelare.

Causa dell'attribuzione e pregiudizio del creditore nell'azione pauliana

Francesco Scaglione
2022

Abstract

Il commento manifesta un approccio critico nei confronti dell'orientamento giurisprudenziale secondo cui il debitore convenuto con l'azione revocatoria dell'atto costitutivo di fondo patrimoniale ha l'onere di dimostrare l'assoluta capienza del suo patrimonio, dovendosi viceversa ponderare anche gli interessi fondamentali della persona che l'atto dispositivo mira a tutelare.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/1509669
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact