Limiti oggettivi del giudicato e minima unità azionabile nel processo