"Retrovie" e "transizioni": ipotesi di rinnovamento della scultura italiana dalla crisi dell'informale alla Biennale del 1962