L'introduzione contestualizza il libro "L'interpretazione dello spirito del dono", a cura di P.Grasselli e C.Montesi, Franco Angeli, Milano, 2008, nel quadro della collaborazione tra il Dipartimento di Economia, Finanza e Statistica dell'Università di Perugia e l'Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Umbria. Ciò che ha accumunato le due Istituzioni, tanto da farle cooperare per la realizzazione di un convegno scientifico sul dono (che ha avuto luogo a Perugia, il 17 maggio 2007, rientrando per la sua innovatività e levatura scientifica nella manifestazioni programmate in occasione dell’VII Centenario della Fondazione dell’Università di Perugia-vedi file allegato) e di un progetto di ricerca sul dono (avviato nel 2006, ultimato nel 2007, pubblicato nel 2008, presentato alla comunità regionale il 22 ottobre del 2009 alla presenza del Prof.Alain Caillè e del Prof.Stefano Zamagni), è l’idea condivisa che il capitale sociale (intendendo per capitale sociale, tra le molteplici accezioni possibili, quelle relazioni di fiducia che facilitano le azioni economiche degli agenti, sia persone che imprese, all’interno della struttura sociale) sia un fattore strategico non solo per la coesione di una comunità locale, ma anche per la competitività di un’area, acquisizione teorica ormai suffragata, anche sul piano empirico, da tanta letteratura proveniente dalle più varie discipline (economia, sociologia, sociologia economica, antropologia, geografia economica, scienze politiche, etc.). Il dono è stato dunque investigato perchè è l'attivatore e l'alimentatore del capitale sociale che è strategico sia in campo economico che sociale. L'introduzione passa brevemente in rassegna la struttura del libro ed i contenuti dei singoli saggi contenuti nel medesimo (vedi file indice allegato). Il libro contiene nella Prima Parte gli atti del convegno del 17 maggio 2007 sullo spirito del dono ed altri saggi in tema (saggi di A.Caillè, P.Grasselli, M.Moschini, E.Lussana, C.Montesi, R.Burlando). Nella Prima Parte i contributi scientifici sono stati ordinati non nel rigido rispetto della successione espositiva degli interventi al convegno, ma secondo un ordine logico di trattazione del tema, che va da un inquadramento generale del fenomeno dal punto di vista socio-economico-politico (saggio di A.Caillè) ad una sua lettura disciplinare: economico-antropologica (saggio di P.Grasselli), filosofica (saggio di M.Moschini), etica (saggio di E.Lussana), economica (saggio di C.Montesi), per finire con l’illustrazione di una particolare “utopia concreta” fondata, in aggiunta ad altri principi, anche sul dono: l’economia Gandhiana (saggio di R.Burlando). Nella Seconda Parte il libro racchiude le risultanze di una ricerca empirica interdisciplinare (economia e psicologia) effettuata da P.Grasselli (coordinamento), S.Menegon (elaborazione statistica), C.Montesi e R.Virdi (interpretazione e commento dati) sulla concezione di dono e sulle pratiche donative di gruppo di studenti umbri per la maggioranza laureandi o già laureati in discipline economico-aziendali, da cui sono anche emerse indicazioni concrete di azioni da intraprendere sul piano scientifico, didattico-formativo e di policy pubbliche (vedi in particolare il saggio di C.Montesi e R.Virdi). Nella Terza Parte il libro illustra le politiche sociali che sono state implementate dalle Istituzioni pubbliche, a livello locale, rifacendosi al paradigma del dono, con riferimenti concreti al caso umbro (saggio di A.Lombardi).

Introduzione

GRASSELLI, Pierluigi Maria;MONTESI, Cristina
2008

Abstract

L'introduzione contestualizza il libro "L'interpretazione dello spirito del dono", a cura di P.Grasselli e C.Montesi, Franco Angeli, Milano, 2008, nel quadro della collaborazione tra il Dipartimento di Economia, Finanza e Statistica dell'Università di Perugia e l'Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Umbria. Ciò che ha accumunato le due Istituzioni, tanto da farle cooperare per la realizzazione di un convegno scientifico sul dono (che ha avuto luogo a Perugia, il 17 maggio 2007, rientrando per la sua innovatività e levatura scientifica nella manifestazioni programmate in occasione dell’VII Centenario della Fondazione dell’Università di Perugia-vedi file allegato) e di un progetto di ricerca sul dono (avviato nel 2006, ultimato nel 2007, pubblicato nel 2008, presentato alla comunità regionale il 22 ottobre del 2009 alla presenza del Prof.Alain Caillè e del Prof.Stefano Zamagni), è l’idea condivisa che il capitale sociale (intendendo per capitale sociale, tra le molteplici accezioni possibili, quelle relazioni di fiducia che facilitano le azioni economiche degli agenti, sia persone che imprese, all’interno della struttura sociale) sia un fattore strategico non solo per la coesione di una comunità locale, ma anche per la competitività di un’area, acquisizione teorica ormai suffragata, anche sul piano empirico, da tanta letteratura proveniente dalle più varie discipline (economia, sociologia, sociologia economica, antropologia, geografia economica, scienze politiche, etc.). Il dono è stato dunque investigato perchè è l'attivatore e l'alimentatore del capitale sociale che è strategico sia in campo economico che sociale. L'introduzione passa brevemente in rassegna la struttura del libro ed i contenuti dei singoli saggi contenuti nel medesimo (vedi file indice allegato). Il libro contiene nella Prima Parte gli atti del convegno del 17 maggio 2007 sullo spirito del dono ed altri saggi in tema (saggi di A.Caillè, P.Grasselli, M.Moschini, E.Lussana, C.Montesi, R.Burlando). Nella Prima Parte i contributi scientifici sono stati ordinati non nel rigido rispetto della successione espositiva degli interventi al convegno, ma secondo un ordine logico di trattazione del tema, che va da un inquadramento generale del fenomeno dal punto di vista socio-economico-politico (saggio di A.Caillè) ad una sua lettura disciplinare: economico-antropologica (saggio di P.Grasselli), filosofica (saggio di M.Moschini), etica (saggio di E.Lussana), economica (saggio di C.Montesi), per finire con l’illustrazione di una particolare “utopia concreta” fondata, in aggiunta ad altri principi, anche sul dono: l’economia Gandhiana (saggio di R.Burlando). Nella Seconda Parte il libro racchiude le risultanze di una ricerca empirica interdisciplinare (economia e psicologia) effettuata da P.Grasselli (coordinamento), S.Menegon (elaborazione statistica), C.Montesi e R.Virdi (interpretazione e commento dati) sulla concezione di dono e sulle pratiche donative di gruppo di studenti umbri per la maggioranza laureandi o già laureati in discipline economico-aziendali, da cui sono anche emerse indicazioni concrete di azioni da intraprendere sul piano scientifico, didattico-formativo e di policy pubbliche (vedi in particolare il saggio di C.Montesi e R.Virdi). Nella Terza Parte il libro illustra le politiche sociali che sono state implementate dalle Istituzioni pubbliche, a livello locale, rifacendosi al paradigma del dono, con riferimenti concreti al caso umbro (saggio di A.Lombardi).
9788856800647
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/35389
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact