Un nuovo simbolo per la medicina?