Intersoggettività e gratuità nei contratti