Il risanamento dell'ente locale in stato di dissesto,tra principi di autonomia e restrizioni dei diritti dei creditori.Alcune considerazioni a margine della sentenza n.242 del 1994