Un caso di cosmopolitismo linguistico nel primo Settecento: il "Teatro della Foire"