"Genio" e "virtù": ruolo delle minoranze e suffragio universale in Mazzini