Togliatti e la "doppiezza", di P. Di Loreto