Il saggio propone una riflessione sul concetto di Purgatorio, come spazio ontologico intermedio nella scrittura di James Joyce. Da “Holy Office” fino a Finnegans Wake il Purgatorio ha costituito un punto di riferimento essenziale attraverso il quale Joyce problematizza la questione religiosa. Al Purgatorio si lega anche il concetto della confessione, che nel saggio è esplorato con particolare approfondimento nel racconto tratto dai Dubliners, “Grace”. Il Purgatorio diventa nella scrittura joyceana un punto imprescindibile di riflessione, una cifra che segna il testo sia nella forma che nel contenuto. Come si vede nel saggio, il Purgatorio rappresenta anche il punto di incontro tra Joyce e Dante.

From Saint Patrick and Dante's Purgatory to Pawdry and denti Alligator's Purgatory: How Joyce (Re)Writes the Third Place

VOLPONE, Annalisa
2005-01-01

Abstract

Il saggio propone una riflessione sul concetto di Purgatorio, come spazio ontologico intermedio nella scrittura di James Joyce. Da “Holy Office” fino a Finnegans Wake il Purgatorio ha costituito un punto di riferimento essenziale attraverso il quale Joyce problematizza la questione religiosa. Al Purgatorio si lega anche il concetto della confessione, che nel saggio è esplorato con particolare approfondimento nel racconto tratto dai Dubliners, “Grace”. Il Purgatorio diventa nella scrittura joyceana un punto imprescindibile di riflessione, una cifra che segna il testo sia nella forma che nel contenuto. Come si vede nel saggio, il Purgatorio rappresenta anche il punto di incontro tra Joyce e Dante.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/123812
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact