Il saggio analizza la produzione narrativa di Guglielmo Petroni tra il 1950 e il 1968, e dunque specificamente i romanzi "La casa si muove", "Noi dobbiamo parlare" e "Il colore della terra". Attraverso la lettura di queste tre opere viene ricostruita la riflessione di Guglielmo Petroni sul ruolo dell'intellettuale nella seconda metà del Novecento

DAll'"uomo ermetico" alla "contaminazione". La figura dell'intellettuale in "La casa si muove", "Noi dobbiamo parlare" e "Il colore della terra"

TORTORA, Massimiliano
2008-01-01

Abstract

Il saggio analizza la produzione narrativa di Guglielmo Petroni tra il 1950 e il 1968, e dunque specificamente i romanzi "La casa si muove", "Noi dobbiamo parlare" e "Il colore della terra". Attraverso la lettura di queste tre opere viene ricostruita la riflessione di Guglielmo Petroni sul ruolo dell'intellettuale nella seconda metà del Novecento
9788882654573
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/143118
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact