Il lavoro proposto si inserisce nell’ambito dello studio della interazione tra manufatti stradali e deflusso in area golenale. In particolare lo studio è volto a valutare il comportamento idraulico durante eventi di piena e individuare le misure di carattere gestionale atte a migliorarne la sicurezza. Gli autori presentano una metodologia per la valutazione della vulnerabilità idraulica di ponti e di rilevati stradali al fine di fornire linee guida per la definizione degli interventi strutturali, e non, che riducano il grado di vulnerabilità dell’infrastruttura. Studi analoghi condotti sia in ambito italiano (e.g. Ballio et al., 2010; Barbetta et al., 2015) che europeo (e.g. Melville, 1992; Richardson and Davis, 1995; Morris and Pagan-Ortiz, 1997; Parola et al. 1997) sottolineano la centralità di interesse dell’argomento e la necessità di sviluppare indici sintetici e semplici procedure per valutare la vulnerabilità dei rilevati. Qui viene presentata una procedura per la valutazione della vulnerabilità idraulica di un’opera che consiste inizialmente nella scelta dei parametri che possono determinare condizioni di criticità; quindi, per ogni manufatto, ad ogni parametro è stato assegnato un giudizio di vulnerabilità. Il grado di vulnerabilità per ogni singolo parametro viene assegnato, in alcuni casi, con riferimento ai criteri dettati dalla normativa (come nel caso del franco di sicurezza), in altri, secondo valutazioni dettate dall’esperienza eseguite nella prassi (come nel caso del rigurgito). Ai fini di una classificazione sintetica dei manufatti considerati secondo un grado di vulnerabilità utile per avere un quadro sintetico dei casi indagati e per stabilire priorità di intervento o di attenzione, i singoli parametri sono confrontati attraverso matrici di combinazione dei valori assunti. Il risultato dello studio valuta in modo sintetico il grado di vulnerabilità di ogni struttura studiata (ponte o rilevato stradale), secondo le seguenti classi: adeguato, medio, elevato, molto elevato.

Analisi di vulnerabilità idraulica dei manufatti stradali in area inondabile

BISCARINI, CHIARA;Casadei S.;Di Francesco S.;Manciola P.;Pierleoni A.;Ridolfi, Elena
2018

Abstract

Il lavoro proposto si inserisce nell’ambito dello studio della interazione tra manufatti stradali e deflusso in area golenale. In particolare lo studio è volto a valutare il comportamento idraulico durante eventi di piena e individuare le misure di carattere gestionale atte a migliorarne la sicurezza. Gli autori presentano una metodologia per la valutazione della vulnerabilità idraulica di ponti e di rilevati stradali al fine di fornire linee guida per la definizione degli interventi strutturali, e non, che riducano il grado di vulnerabilità dell’infrastruttura. Studi analoghi condotti sia in ambito italiano (e.g. Ballio et al., 2010; Barbetta et al., 2015) che europeo (e.g. Melville, 1992; Richardson and Davis, 1995; Morris and Pagan-Ortiz, 1997; Parola et al. 1997) sottolineano la centralità di interesse dell’argomento e la necessità di sviluppare indici sintetici e semplici procedure per valutare la vulnerabilità dei rilevati. Qui viene presentata una procedura per la valutazione della vulnerabilità idraulica di un’opera che consiste inizialmente nella scelta dei parametri che possono determinare condizioni di criticità; quindi, per ogni manufatto, ad ogni parametro è stato assegnato un giudizio di vulnerabilità. Il grado di vulnerabilità per ogni singolo parametro viene assegnato, in alcuni casi, con riferimento ai criteri dettati dalla normativa (come nel caso del franco di sicurezza), in altri, secondo valutazioni dettate dall’esperienza eseguite nella prassi (come nel caso del rigurgito). Ai fini di una classificazione sintetica dei manufatti considerati secondo un grado di vulnerabilità utile per avere un quadro sintetico dei casi indagati e per stabilire priorità di intervento o di attenzione, i singoli parametri sono confrontati attraverso matrici di combinazione dei valori assunti. Il risultato dello studio valuta in modo sintetico il grado di vulnerabilità di ogni struttura studiata (ponte o rilevato stradale), secondo le seguenti classi: adeguato, medio, elevato, molto elevato.
9788894379907
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/1436462
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact