In dialogo con Hannah Arendt. Per un confronto sulla “vita activa” e le sue implicazioni