Mut(u)azioni tra arte e scienza