La condivisione dei saperi e l’utopia di un sistema-mondo meno asimmetrico