Lungo i confini della Società Interconnessa/Iperconnessa: abitare l’Errore e l’Imprevedibilità