Il saggio discute l’ipotesi di Mommsen per la quale la condanna al lavoro forzato nelle manifatture tessili imperiali, apparsa nel IV sec. d.C., è una forma di damnatio in opus publicum. La conclusione ipotetica raggiunta attraverso l’esame delle fonti, per lo più scritti patristici, è che nonostante le analogie, la pena sfugge tale inquadramento per le conseguenze sulla posizione giuridica dei condannati: donne e uomini – le fonti parlano solo di honestiores, per lo più cristiani al tempo della grande persecuzione o coinvolti in vicende politiche – forzosamente inquadrati nelle tessiture imperiali e vincolati alla condicio di lavoratori impiegati in un pubblico servizio.

Ad gynaecei ministerium deputari. Il lavoro forzato nelle manifatture tessili imperiali

Navarra, Marialuisa
2020

Abstract

Il saggio discute l’ipotesi di Mommsen per la quale la condanna al lavoro forzato nelle manifatture tessili imperiali, apparsa nel IV sec. d.C., è una forma di damnatio in opus publicum. La conclusione ipotetica raggiunta attraverso l’esame delle fonti, per lo più scritti patristici, è che nonostante le analogie, la pena sfugge tale inquadramento per le conseguenze sulla posizione giuridica dei condannati: donne e uomini – le fonti parlano solo di honestiores, per lo più cristiani al tempo della grande persecuzione o coinvolti in vicende politiche – forzosamente inquadrati nelle tessiture imperiali e vincolati alla condicio di lavoratori impiegati in un pubblico servizio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/1471574
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact