L’analisi mira a focalizzare l’attenzione sull’attività delle banche universali e a indagare sull’esistenzadi interessi contrapposti fra intermediari e operatori finanziari e sugli effetti da questi prodotti, sia conriferimento ai conflitti d’interesse presenti nei collocamenti di titoli obbligazionari e/o azionari sui mercati primari, che alla vendita degli stessi titoli sui mercati secondari. La volontà di indagare prevalentemente sulla presenza di conflitti d’interesse nei collocamenti e/o nella vendita di obbligazioni nasce dalla constatazione che il profilo di rischiosità di un sottoscrittore o di un acquirente di titoli di tal genere è più basso di quello normalmente presente fra i sottoscrittori di titoli azionari, anche perché lo stesso livello di istruzione è in media meno elevato, pertanto l’asimmetria informativa sia oggettiva che soggettiva risulta essere più evidente. In un primo momento si esamina il contesto evolutivo di riferimento, a partire dalla riforma societaria, che modifica l’opportunità per le imprese di emettere titoli obbligazionari per finanziare le proprie necessità di investimento, dal nuovo Accordo di Basilea, che non solo produce effetti significativi sulla concessione di credito alle imprese e sugli assetti operativi delle banche, ma interviene, nel secondo pilastro, anche sui processi di supervisione prudenziale, fino alla recente discussione sorta intorno alla normativa comunitaria sui servizi d’investimento, direttiva 2004/39/CE (c.d. MIFID). Si procede ad analizzare gli aspetti più rilevanti dei conflitti d’interesse relativi alle fasi di emissione e collocamento di titoli obbligazionari e/o azionari da parte di banche e imprese, evidenziando i momenti di maggiore problematicità relativi al rapporto fra intermediario e sottoscrittore o acquirente del titolo, le cause scatenanti i conflitti d’interesse e le possibili misure da adottare per contenerli.

I conflitti di interesse negli intermediari a struttura multidivisionale

NADOTTI, Loris Lino Maria;GALLO, MANUELA
2007-01-01

Abstract

L’analisi mira a focalizzare l’attenzione sull’attività delle banche universali e a indagare sull’esistenzadi interessi contrapposti fra intermediari e operatori finanziari e sugli effetti da questi prodotti, sia conriferimento ai conflitti d’interesse presenti nei collocamenti di titoli obbligazionari e/o azionari sui mercati primari, che alla vendita degli stessi titoli sui mercati secondari. La volontà di indagare prevalentemente sulla presenza di conflitti d’interesse nei collocamenti e/o nella vendita di obbligazioni nasce dalla constatazione che il profilo di rischiosità di un sottoscrittore o di un acquirente di titoli di tal genere è più basso di quello normalmente presente fra i sottoscrittori di titoli azionari, anche perché lo stesso livello di istruzione è in media meno elevato, pertanto l’asimmetria informativa sia oggettiva che soggettiva risulta essere più evidente. In un primo momento si esamina il contesto evolutivo di riferimento, a partire dalla riforma societaria, che modifica l’opportunità per le imprese di emettere titoli obbligazionari per finanziare le proprie necessità di investimento, dal nuovo Accordo di Basilea, che non solo produce effetti significativi sulla concessione di credito alle imprese e sugli assetti operativi delle banche, ma interviene, nel secondo pilastro, anche sui processi di supervisione prudenziale, fino alla recente discussione sorta intorno alla normativa comunitaria sui servizi d’investimento, direttiva 2004/39/CE (c.d. MIFID). Si procede ad analizzare gli aspetti più rilevanti dei conflitti d’interesse relativi alle fasi di emissione e collocamento di titoli obbligazionari e/o azionari da parte di banche e imprese, evidenziando i momenti di maggiore problematicità relativi al rapporto fra intermediario e sottoscrittore o acquirente del titolo, le cause scatenanti i conflitti d’interesse e le possibili misure da adottare per contenerli.
9788887965452
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/149863
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact