La ricerca è orientata ad analizzare la situazione delle banche operanti in Italia a quasi un anno e mezzo dalla pubblicazione del documento “Compliance and compliance function in banks”, con il quale il Comitato di Basilea ha fornito un indirizzo nella gestione dei rischi di compliance. In sintesi, gli obiettivi della trattazione possono essere riassunti nei seguenti punti: a) esaminare lo “stato dell’arte” presso gli intermediari finanziari italiani e individuare le perplessità e i problemi che si manifestano in strutture operative diverse; b) analizzare lo stato di avanzamento dei lavori nella realizzazione delle unità dedicate alla gestione della compliance; c) indagare sulla necessità o meno di predisporre non un unico modello organizzativo, ma uno strumento operativo flessibile e adattabile alle diverse realtà aziendali. L’indagine si basa sulla rilevazione mediante un questionario, somministrato a un campione rappresentativo di banche, appositamente distinto in due classi in base alla dimensione degli asset e progettato in maniera tale da analizzare il profilo organizzativo, la struttura e la collocazione della funzione compliance nelle banche italiane e il profilo di valutazione dei costi e dei benefici derivanti dall’adozione del presidio sulla compliance.

La funzione compliance nelle banche: i risultati di un'indagine su struttura organizzativa, costi e benefici

NADOTTI, Loris Lino Maria;GALLO, MANUELA
2006-01-01

Abstract

La ricerca è orientata ad analizzare la situazione delle banche operanti in Italia a quasi un anno e mezzo dalla pubblicazione del documento “Compliance and compliance function in banks”, con il quale il Comitato di Basilea ha fornito un indirizzo nella gestione dei rischi di compliance. In sintesi, gli obiettivi della trattazione possono essere riassunti nei seguenti punti: a) esaminare lo “stato dell’arte” presso gli intermediari finanziari italiani e individuare le perplessità e i problemi che si manifestano in strutture operative diverse; b) analizzare lo stato di avanzamento dei lavori nella realizzazione delle unità dedicate alla gestione della compliance; c) indagare sulla necessità o meno di predisporre non un unico modello organizzativo, ma uno strumento operativo flessibile e adattabile alle diverse realtà aziendali. L’indagine si basa sulla rilevazione mediante un questionario, somministrato a un campione rappresentativo di banche, appositamente distinto in due classi in base alla dimensione degli asset e progettato in maniera tale da analizzare il profilo organizzativo, la struttura e la collocazione della funzione compliance nelle banche italiane e il profilo di valutazione dei costi e dei benefici derivanti dall’adozione del presidio sulla compliance.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/149864
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact