Patologia acuta non traumatica dell'aorta toracica discendente: è possibile prevedere una evoluzione sfavorevole?