Scrittura tattile e immagine materica nello 'Schatten des Koerpers des Kutschers' di Peter Weiss