La sentenza esaminata ha ritenuto non riconoscibile nell'ordinamento statale la pronuncia ecclesiastica di nullità relativa a matrimonio caratterizzato da una prolungata convivenza dei coniugi ritenendo, a differenza della giurisprudenza precedente, che detto elemento contrasti con l'ordine pubblico italiano, senza peraltro specificare quanto debba essersi protratta tale convivenza per poterle essere attribuita detta valenza.

La convivenza coniugale come preteso limite all'efficacia civile della sentenza ecclesiastica di nullità matrimoniale (nota a Cass. 20.1.11 n. 1343)

CANONICO, Marco
2011-01-01

Abstract

La sentenza esaminata ha ritenuto non riconoscibile nell'ordinamento statale la pronuncia ecclesiastica di nullità relativa a matrimonio caratterizzato da una prolungata convivenza dei coniugi ritenendo, a differenza della giurisprudenza precedente, che detto elemento contrasti con l'ordine pubblico italiano, senza peraltro specificare quanto debba essersi protratta tale convivenza per poterle essere attribuita detta valenza.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/221889
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact