Il problema della continuità e della discontinuità è stato a lungo dibattuto in dottrina e continua a essere dibattuto. Nell’articolo si riprendono antiche tesi in materia (Pietro Bonfante, Emilio Betti) per confutare l’idea della continuità nel periodo della disgregazione e della caduta ‘senza rumore’ (Momigliano) dell’impero romano d’Occidente, collegata all’idea della multiculturalità, già criticata dal Liebeswchuetz. Si cita, tra l’altro, il processo contro Severeino Boezio, che determinò la sua condanna a morte.

Continuità, discontinuità, crisi e decadenza: qualche considerazione su tesi vecchie e nuove

GIGLIO, Stefano
2005

Abstract

Il problema della continuità e della discontinuità è stato a lungo dibattuto in dottrina e continua a essere dibattuto. Nell’articolo si riprendono antiche tesi in materia (Pietro Bonfante, Emilio Betti) per confutare l’idea della continuità nel periodo della disgregazione e della caduta ‘senza rumore’ (Momigliano) dell’impero romano d’Occidente, collegata all’idea della multiculturalità, già criticata dal Liebeswchuetz. Si cita, tra l’altro, il processo contro Severeino Boezio, che determinò la sua condanna a morte.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/23138
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact