"Non c'è sicurezza senza diritto". La Corte Suprema israeliana e la questione della c.d. separation fence