La Soprintendenza ai Beni Ambientali Architettonici Artistici e Storici dell’Umbria, in seguito al restauro della vetrata posta nell’abside della Basilica di San Domenico a Perugia, ha proposto l’adozione di una vetrata esterna di protezione. La vetrata della Basilica è oggetto di studio da parte della Sezione di Fisica Tecnica del Dipartimento di Ingegneria Industriale dal gennaio 2003, quando ha avuto inizio la fase di monitoraggio delle condizioni microclimatiche in prossimità della vetrata, protrattosi fino al giugno 2004. I risultati del monitoraggio hanno mostrato che nel corso dell’anno la vetrata è sottoposta ad elevati indici di rischio, soprattutto nei mesi più caldi e più freddi, quali Agosto e Febbraio. Sulla base di una proposta di progetto per la vetrata di protezione, è emersa la necessità di verificare le condizioni termoigrometriche che si instaurano nell’intercapedine tra la vetrata artistica e la vetrata di protezione, in quanto nell’intercapedine di aria si creano condizioni di umidità relativa e temperatura diverse da quelle a cui la vetrata è stata sottoposta negli anni. Al fine di effettuare tale verifica, è stato elaborato e implementato un modello matematico in regime variabile, che permette di determinare la temperatura delle due vetrate nel corso della giornata, sia in presenza che in assenza di irraggiamento solare, la temperatura e la velocità dell’aria nell’intercapedine nel caso di convezione naturale; nel presente lavoro sono presentati i primi risultati del modello.

Il progetto della vetrata di protezione della vetrata della Basilica di San Domenico a Perugia: un modello matematico per la verifica delle condizioni termoigrometriche che si instaurano nell’intercapedine - 61° Congresso Nazionale

BURATTI, Cinzia;MARIANI, RITA
2006

Abstract

La Soprintendenza ai Beni Ambientali Architettonici Artistici e Storici dell’Umbria, in seguito al restauro della vetrata posta nell’abside della Basilica di San Domenico a Perugia, ha proposto l’adozione di una vetrata esterna di protezione. La vetrata della Basilica è oggetto di studio da parte della Sezione di Fisica Tecnica del Dipartimento di Ingegneria Industriale dal gennaio 2003, quando ha avuto inizio la fase di monitoraggio delle condizioni microclimatiche in prossimità della vetrata, protrattosi fino al giugno 2004. I risultati del monitoraggio hanno mostrato che nel corso dell’anno la vetrata è sottoposta ad elevati indici di rischio, soprattutto nei mesi più caldi e più freddi, quali Agosto e Febbraio. Sulla base di una proposta di progetto per la vetrata di protezione, è emersa la necessità di verificare le condizioni termoigrometriche che si instaurano nell’intercapedine tra la vetrata artistica e la vetrata di protezione, in quanto nell’intercapedine di aria si creano condizioni di umidità relativa e temperatura diverse da quelle a cui la vetrata è stata sottoposta negli anni. Al fine di effettuare tale verifica, è stato elaborato e implementato un modello matematico in regime variabile, che permette di determinare la temperatura delle due vetrate nel corso della giornata, sia in presenza che in assenza di irraggiamento solare, la temperatura e la velocità dell’aria nell’intercapedine nel caso di convezione naturale; nel presente lavoro sono presentati i primi risultati del modello.
9788860740496
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/27548
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact