Nella prospettiva di ottemperare agli obiettivi prefissati dalla Direttiva 99/31/CE sulle discariche, l’intercettazione della frazione organica del rifiuto e la sua valorizzazione rappresentano un elemento fondamentale nella strategia di gestione dei rifiuti. In tale contesto assume particolare interesse la digestione anaerobica, che viene vista come una tecnica vantaggiosa e ambientalmente sostenibile per la gestione della frazione organica dei rifiuti. L’applicazione della digestione anaerobica a tale matrice consente sia di conseguire un notevole recupero energetico, attraverso l’impiego del biogas prodotto, sia di produrre un residuo stabilizzato (digestato) impiegabile come fertilizzante in agricoltura. Dal momento che in molti contesti urbani la frazione organica che perviene all’impianto di trattamento, risulta essere contaminata da inerti quali plastica o legno, è necessario prevedere a monte un pretrattamento meccanico in grado di separare la frazione avviabile a digestione anaerobica (FORSU SLURRY) da quella inerte (FORSU WASTE). Presso i Laboratori del Centro di Ricerca sulle Biomasse dell’Università di Perugia sono state fatte le analisi chimico fisiche dei due principali effluenti del processo di trattamento meccanico di spremitura della FORSU al fine di valutare sia il possibile impiego del digestato in agricoltura sia il possibile smaltimento della frazione secca in discarica. Dopo aver sottoposto il residuo stabilizzato a centrifugazione, è stata effettuata l’analisi termogravimetrica del campione tal quale, della frazione liquida e della frazione solida. Inoltre, del surnatante sono stati determinati il COD, il BOD5 e il contenuto di azoto ammoniacale per valutarne la possibilità di spargimento sui terreni. Al fine di analizzare l’idoneità della FORSU WASTE ad essere smaltita in discarica si è proceduto alla determinazione dei seguenti parametri chimico-fisici: Umidità, Solidi Totali, Solidi Volatili, COD, BOD5, Indice di Respirazione Dinamico (IRD), Indice di Putrescibilità del Rifiuto, Carbonio organico Totale.

Digestione anaerobica in condizioni termofile di FORSU trattata meccanicamente: caratterizzazione chimico fisica degli effluenti

FANTOZZI, Francesco;PUGLIESE, ANNARITA;BURATTI, Cinzia
2011-01-01

Abstract

Nella prospettiva di ottemperare agli obiettivi prefissati dalla Direttiva 99/31/CE sulle discariche, l’intercettazione della frazione organica del rifiuto e la sua valorizzazione rappresentano un elemento fondamentale nella strategia di gestione dei rifiuti. In tale contesto assume particolare interesse la digestione anaerobica, che viene vista come una tecnica vantaggiosa e ambientalmente sostenibile per la gestione della frazione organica dei rifiuti. L’applicazione della digestione anaerobica a tale matrice consente sia di conseguire un notevole recupero energetico, attraverso l’impiego del biogas prodotto, sia di produrre un residuo stabilizzato (digestato) impiegabile come fertilizzante in agricoltura. Dal momento che in molti contesti urbani la frazione organica che perviene all’impianto di trattamento, risulta essere contaminata da inerti quali plastica o legno, è necessario prevedere a monte un pretrattamento meccanico in grado di separare la frazione avviabile a digestione anaerobica (FORSU SLURRY) da quella inerte (FORSU WASTE). Presso i Laboratori del Centro di Ricerca sulle Biomasse dell’Università di Perugia sono state fatte le analisi chimico fisiche dei due principali effluenti del processo di trattamento meccanico di spremitura della FORSU al fine di valutare sia il possibile impiego del digestato in agricoltura sia il possibile smaltimento della frazione secca in discarica. Dopo aver sottoposto il residuo stabilizzato a centrifugazione, è stata effettuata l’analisi termogravimetrica del campione tal quale, della frazione liquida e della frazione solida. Inoltre, del surnatante sono stati determinati il COD, il BOD5 e il contenuto di azoto ammoniacale per valutarne la possibilità di spargimento sui terreni. Al fine di analizzare l’idoneità della FORSU WASTE ad essere smaltita in discarica si è proceduto alla determinazione dei seguenti parametri chimico-fisici: Umidità, Solidi Totali, Solidi Volatili, COD, BOD5, Indice di Respirazione Dinamico (IRD), Indice di Putrescibilità del Rifiuto, Carbonio organico Totale.
9788895267111
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/344294
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact