La completa ossificazione della cartilagine, nelle ossa lunghe dello scheletro, avviene secondo uno specifico ordine temporale ma risente di diversi fattori tra i quali il genotipo, lo stato ormonale, la tecnica di allevamento (l’esercizio fisico) e l’alimentazione. Al momento della macellazione sono state prelevate da 24 agnelli di ciascuna razza: Appenninica (AP), Comisana (CO), Istriana (IS),Merinizzata Italiana (MI) e Pomarancina (PO), allevati in varie città italiane con due differenti sistemi di allevamento (estensivo/E vs intensivo/I), le ossa metacarpali per valutare le caratteristiche morfometriche e misurare lo spessore della cartilagine di accrescimento. Le ossa degli agnelli AP, IS, MI e PO allevati in I sono più leggere e meno sviluppate; l’effetto del sistema di allevamento è più evidente, per tutte le misure morfometriche tra gli agnelli di razza Pomarancina (P<0,01) che, tra l’altro, quando allevati in I possiedono ossa più mature, per un più rapido processo di ossificazione del metacarpo (0,48 vs 0,53 mm per I e E, rispettivamente; P<0,05). Anche gli agnelli CO allevati in stalla mostrano ossa più mature (0,41 vs 0,60 mm per I e E, rispettivamente; P<0,05). Anche confrontando le caratteristiche delle ossa delle diverse tipologie commerciali/razze, nel complesso, si osservano differenze sia per le misure morfometriche che per lo spessore della cartilagine metafisaria. Questo studio conferma che sia la tecnica di allevamento che il genotipo influenzano lo sviluppo ed il processo di ossificazione delle ossa lunghe con probabili condizionamenti quanti-qualitativi della carcassa e, pertanto, della qualità della carne.

Caratteristiche delle ossa Metacarpali di agnello in relazione al sistema di allevamento e al genotipo.

MORBIDINI, Luciano;
2008

Abstract

La completa ossificazione della cartilagine, nelle ossa lunghe dello scheletro, avviene secondo uno specifico ordine temporale ma risente di diversi fattori tra i quali il genotipo, lo stato ormonale, la tecnica di allevamento (l’esercizio fisico) e l’alimentazione. Al momento della macellazione sono state prelevate da 24 agnelli di ciascuna razza: Appenninica (AP), Comisana (CO), Istriana (IS),Merinizzata Italiana (MI) e Pomarancina (PO), allevati in varie città italiane con due differenti sistemi di allevamento (estensivo/E vs intensivo/I), le ossa metacarpali per valutare le caratteristiche morfometriche e misurare lo spessore della cartilagine di accrescimento. Le ossa degli agnelli AP, IS, MI e PO allevati in I sono più leggere e meno sviluppate; l’effetto del sistema di allevamento è più evidente, per tutte le misure morfometriche tra gli agnelli di razza Pomarancina (P<0,01) che, tra l’altro, quando allevati in I possiedono ossa più mature, per un più rapido processo di ossificazione del metacarpo (0,48 vs 0,53 mm per I e E, rispettivamente; P<0,05). Anche gli agnelli CO allevati in stalla mostrano ossa più mature (0,41 vs 0,60 mm per I e E, rispettivamente; P<0,05). Anche confrontando le caratteristiche delle ossa delle diverse tipologie commerciali/razze, nel complesso, si osservano differenze sia per le misure morfometriche che per lo spessore della cartilagine metafisaria. Questo studio conferma che sia la tecnica di allevamento che il genotipo influenzano lo sviluppo ed il processo di ossificazione delle ossa lunghe con probabili condizionamenti quanti-qualitativi della carcassa e, pertanto, della qualità della carne.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/41137
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact