La nota prende in esame la sentenza della Corte di Cassazione 4.6.12 n. 8926 che, contrariamente a decisione precedente della stessa Corte (20.1.11 n. 1343), considera la convivenza dei coniugi successiva alla celebrazione del matrimonio, pur protratta nel tempo, elemento non rilevante ai fini dell'ordine pubblico italiano e dunque non ostativo all'attribuzione di efficacia civile alla pronuncia ecclesiastica di nullità del vincolo.

Convivenza coniugale e nullità matrimoniali canoniche: la Cassazione torna sui suoi passi (Nota a Cass. 4 giugno 2012 n. 8926)

CANONICO, Marco
2012-01-01

Abstract

La nota prende in esame la sentenza della Corte di Cassazione 4.6.12 n. 8926 che, contrariamente a decisione precedente della stessa Corte (20.1.11 n. 1343), considera la convivenza dei coniugi successiva alla celebrazione del matrimonio, pur protratta nel tempo, elemento non rilevante ai fini dell'ordine pubblico italiano e dunque non ostativo all'attribuzione di efficacia civile alla pronuncia ecclesiastica di nullità del vincolo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11391/912164
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact