L' "univocatio" della concezione aristotelica dell'essere in Bartolomeo Mastri