E’ sempre utile il trattamento anticoagulante nella prevenzione del rischio embolico?