Anton Lazzaro Moro: le leggi alla "natura prescritte", la "divina onnipotenza" e i "marini corpi"