Quale autonomia statutaria dopo la sentenza della Corte costituzionale n.2 del 2004?