Sulla modellazione costitutiva della non-linearità dei terreni