A proposito del libro di P.Pédech sulla geografia dei Greci